Ecco il numero di maglia di Osvaldo!

L'attaccante italoargentino arriva in prestito dal Southampton, riscatto fissato a 19 milioni. ''Voglio godermi questa avventura e regalare tante emozioni, farò del mio meglio per meritarmi il mondiale in Brasile''. Probabilmente prenderà la maglia n. 11 o 17


"Come era affrontare la Juve da avversario? Devastante. Ora voglio godermela. E regalare tante emozioni". Primo giorno in bianconero per Daniel Pablo Osvaldo, sbarcato a Torino intabarrato in un cappotto di montone e con in testa una bombetta molto londinese. Un sorriso alle telecamere, qualche foto ricordo con i suoi nuovi tifosi e poi il solito tour de force delle visite mediche: Istituto di Medicina dello Sport, Clinica Fornaca, Isokinetic. 
Arrivato in prestito gratuito dal Southampton con maxi-riscatto fissato a quota 19 milioni  -  operazione ufficializzata dalla Juve nella prima serata -, l'attaccante ha firmato il suo nuovo contratto, rinunciando a una parte dei circa 3 milioni di euro che guadagnava in Inghilterra. Poi, le prime dichiarazioni da juventino al sito ufficiale del club: "Arrivo in una delle più grandi squadre d'Europa nell'anno del Mondiale. Farò del mio meglio per andare in Brasile. E, se Dio vuole, per restare qui tanti anni".

L'italoargentino nel pomeriggio ha preso contatto a Vinovo con i suoi nuovi compagni di squadra, prima di tornare in hotel dalla fidanzata, l'attrice argentina Jimena Baron, in dolce attesa del loro primo figlio (il quarto di Osvaldo). "Sono molto contento. E' successo tutto così in fretta che ancora non ci credo. Il calcio italiano mi mancava, e dire che quando sono andato via ero contento". Domani il primo allenamento, domenica la prima volta allo Stadium ("non vedo l'ora di giocarci") da bianconero: Conte dovrebbe 
portarlo con sé in panchina. 
Osvaldo diventerà presumibilmente il terzo attaccante juventino, la prima alternativa agli intoccabili Tevez e Llorente. Un'arma in più per tenere la Roma a distanza di sicurezza e avvicinare il terzo scudetto consecutivo: "Dite che per me, ex giallorosso, sfidare la Roma sarà una motivazione in più? Può essere, ma adesso voglio pensare soltanto alla Juve".

Commenti