Tifosi Juventus aggrediti da ultras del Napoli al rientro da Roma


Un pullman di juventini, di ritorno in Puglia dopo aver assistito alla gara persa 3-1 allo Stadio Olimpico, è stato attaccato da alcuni ultrà napoletani

Alcun tifosi della Juventus sono stati aggrediti nella notte, al rientro da Roma dopo aver assistito alla gara dello stadio Olimpico persa 3-1 dalla squadra di Allegri. I 6 supporters juventini erano di ritorno in Puglia (quattro sono residenti a Mesagne, due a Brindisi) e si erano appena fermati ad una stazione di servizio nei pressi di Frosinone per una sosta quando, verso l'1,30 di notte, hanno subìto la brutale aggressione: «Eravamo fermi – ha raccontato a Brindisi Report una delle vittime dell'attacco – per fare benzina. Uno di noi (si tratta del mesagnese Roberto Sabato) è sceso. All’improvviso si sono scagliati contro di lui quattro tifosi del Napoli».

Roberto è stato colto alla sprovvista e preso a calci e pugni. «Noi a quel punto – continua il racconto - abbiamo cercato di scendere dal furgone per difendere il nostro amico, ma subito dopo sono arrivati altri 30-40 tifosi napoletani che hanno spaccato i vetri del furgone con dei bastoni e degli estintori. A un certo punto hanno anche acceso un fumogeno e lo hanno lanciato all’indirizzo del furgone, che ha rischiato di andare a fuoco». L'accaduto è testimoniato dalle foto della vettura, postate su Facebook. L'intervento di alcune pattuglie della Stradale ha evitato che la situazione degenerasse. Il tifoso della Juve attaccato non è grave ma è tuttora in osservazione presso l'ospedale di Frosinone, dove sono stati accompagnati anche gli altri 5 compagni juventini.

Fonte: CdS

Commenti